Assolute e cadette: un tutt’uno di speranze!

Le assolute Bovo, Cervaro, Boscaro e Benussi

Il weekend del 7-8 luglio ha visto impegnate le assolute della Riviera al campionato regionale individuale ad Arzignano, mentre le cadette si sfidavano al campionato individuale di prove multiple a Conegliano.

Le prime si sono ben difese, specialmente nelle corse: nella velocità, la saltatrice Rachele Bovo (classe 2000) decide mettere da parte il salto in alto per sperimentarsi nei 200, dove ottiene un buon sesto posto con il crono di 26″59, molto vicino al suo personale.

Gli ostacoli vengono battuti da Alice Lunardon, la quale chiude la gara dei 100hs in 14’85”, prestazione decisiva che le consente di ottenere il primo posto.

Ad affrontare il cosiddetto “giro della morte” abbiamo visto Scilla Benussi (classe 2000), novello atleta della Riviera che conclude la gara con 1’01″50, buonissimo tempo e buonissimo personale considerando la poca esperienza della ragazza.

Aumentando la distanza, la multiplista Linda Boscaro (classe 2000) gareggia negli 800, gara fondamentale per la sua specialità che l’atleta chiude con il tempo di 2’23″98, guadagnandosi il quinto posto.

Spostandoci nel mezzofondo, la promessa Federica Verdoya (classe 1997) corre per la sua prima volta i 1500, dove ottiene un buon sesto posto con il tempo di 4’42″62. Inoltre, affronta anche i 5000, nei quali trionfa fermando il cronometro a 17’41″50.

Per concludere il settore mezzofondo, la promessa Isotta Mancin gareggia nei 3000 siepi, portando a casa un tempo di 12’18″69, che le permette di aggiudicarsi il quinto posto.

Nel settore lanci si sono distinte 3 atlete principali: nel lancio del disco (1 kg), Scilla Benussi ottiene il terzo posto grazie al suo quarto lancio di 37,60, mentre Serena Della Valentina (classe 2001) stabilisce il suo personale di 45,44 nel lancio del martello (4 kg). Infine, la promessa Anna Cervaro gareggia nel lancio del giavellotto (600 gr), gara la cui ultima prova si è dimostrata decisiva per stabilire il suo personale di 40,35.

Le atlete, inoltre, hanno unito le loro forze per la staffetta: la formazione Cervaro, Benussi, Boscaro e Bovo ha conquistato la 4×100, con il tempo di 50″85.

Nel frattempo, a Conegliano si distinguevano le cadette Greta Brugnolo e Linda Ballan, rispettivamente prima con 4496 e terza con 3575.

Le due atlete hanno aperto le gare con gli 80hs, dove Greta trionfa con 11″7, stabilendo il personale, mentre Linda si è difesa dalle avversarie con il tempo di 12″8, ottenendo il sesto posto.
Successivamente le due si sono sfidate nel salto in alto: Greta supera l’asticella a 1,62, mentre Linda si ferma a 1,47. L’ultima prova del primato giorno prevedeva il lancio del giavellotto, nel quale Brugnolo ha nuovamente ottenuto il primo posto con 34,84, davanti a Ballan che supera il suo precedente personale con la misura di 27,35.

La seconda giornata ha visto le atlete impegnate nelle ultime due gare: lungo e 600.
Nel lungo Greta stabilisce la buona misura di 5,39, mentre Linda ottiene un 4,49.
L’ultimo sforzo viene effettuato nei 600: Greta vince fermando il cronometro a 1’43, davanti alla compagna di squadra che termina la gara in 1’46″3.

Un grande applauso alle nostre atlete che continuano ad alimentare la nostra speranza!

 

Lascia un commento