Greta Brugnolo, un futuro da campionessa!

Weekend da brividi quello del 16-17 giugno per l’Atletica Riviera del Brenta che si porta a casa due clamorose vittorie.

Le cadette Ballan e Brugnolo

Al campionato provinciale di prove multiple a Dolo, la cadetta Greta Brugnolo (classe 2003) conquista il record italiano con un totale punti di 4667. Già nella mattinata di sabato, la quattordicenne aveva dato segni di trionfo totalizzando 2809 punti con tre gare. In particolare, l’abbiamo vista spiccare negli 80hs fermando il cronometro a 11″8 (1001 punti), successivamente ha sfoggiato le sue doti da saltatrice ottenendo una misura di 1.63 nel salto in alto (935) e ha infine concluso le sue fatiche della prima giornata con un buon 35.85 nel giavellotto (873). La mattina seguente è stata quella decisiva: Greta ha dominato nel salto in lungo con 5.70 (1056), gara che l’ha fatta ambire al record italiano. Difatti, per l’ultima gara non ha voluto mollare la presa: ha corso i 600 in 1’41″3 (802), conquistando il titolo di campionessa davanti alla compagna di squadra Linda Ballan che totalizza un punteggio di 3394.
Grandi emozioni e tanto orgoglio per la società e per l’allenatore Giuseppe Orofino, il quale ripone molta fiducia nelle giovani atlete.

 

Ad accompagnare questa soddisfazione, vi sono i risultati ottenuti nella fase regionale del campionato di società master a San Biagio di Callalta. In particolare si distingue il settore velocità con Nicoletti Ivano e Bellotto Stefano, rispettivamente primo e secondo, nei 100 (11″34, 11″51) e nei 200 (23″15, 23″82). I due dominano anche la 4×100, accompagnati da Favarin e Castellini, chiudendo con il tempo di 44″27, davanti alla seconda staffetta della società (47″68).
La squadra vince perciò con 13257 punti, battendo l’Atletica Vicentina e l’Atletica Biotekna Marcon.

Un ringraziamento speciale va a tutti gli atleti/e che hanno permesso di stabilire questi risultati e che portano avanti il nome dell’atletica Riviera del Brenta!